LEGGI ANCHE
VIDEO A CASO

Ci sono cose che non sai dei Simpson…messaggi subliminali? Non solo!

 

Alcune scene e particolarità dei Simpson probabilmente non avevano mai attirato la tua attenzione. Adesso te le mostro… 


1) Quando Maggie viene passata sul lettore di codici a barre della cassa, sul display appare il prezzo, "847,63 dollari". Nel 1989, primo anno dei Simpson, un'agenzia di statistiche ha stimato essere il costo annuo per il mantenimento di un neonato negli USA.

Nella puntata -show 138° episodio spettacolare Troy McClure, presentatore dello show, afferma che sul display appare in realtà la scritta "NRA4EVER", tradotta come "Pro armi per sempre".


2) In questo video analizziamo i messaggi subliminali della puntata "la città di New York contro Homer" del 1997.

Cosa ne pensi?


4) Quel simbolo disegnato sul quadro…che cos'è?

Il simbolo che vedete è definito “la squadra e il compasso” ed è una delle immagini più rappresentative dell'ordine della Massoneria: la squadra è talora detta rappresentare la materia, ed il compasso lo spirito o la mente. Ancora, la squadra può esser detta rappresentare il mondo del concreto, o la misura della realtà oggettiva, mentre il compasso rappresenta l'astrazione, o giudizio soggettivo. Quest'immagine per chi ha letto attentamente quanto scritto fin ora dovrebbe fornire i giusti mezzi per comprendere ulteriormente il significato di esoterismo e dei simboli che lo rappresentano. 


I Simpson è soltanto uno dei tanti cartoni animati che contengono "messaggi subliminali".

Ma cosa sono i messaggi subliminali?

E' un'informazione che il cervello di una persona assimila a livello inconscio. Il messaggio è trasmesso attraverso scritte, suoni o immagini che trattano un qualsiasi argomento che nasconde al suo interno ulteriori frasi o immagini avulse dal contesto iniziale che rimarrebbero inconsapevolmente nella memoria dell'osservatore.

 

Articoli che potrebbero interessarti

11 risposte a Ci sono cose che non sai dei Simpson…messaggi subliminali? Non solo!

  • Pingback: Giochi Olimpici di Zion | Articoli e News

  • Pingback: Falso attacco alieno alle Olimpiadi di Londra 2012 | Hearthaware

  • Pingback: Falso attacco alieno alle Olimpiadi di Londra 2012 - Voci sempre più insistenti e indizi sempre più chiari | BABOOM MAGAZINE

  • Zack scrive:

    1)  E' solo un esempio, anche abbastanza noto, degli "ammiccamenti" ad un pubblico attento che sa guardare i dettagli che si trovano spesso nei Simpson. Come messaggio subliminale che dovrebbe significare? Che fare bambini è troppo dispendioso? E quella dell'episodio 138 è semplicemente l'ironia della serie, visto che la scritta  NRa4EVER non appare veramente ma fa presumibilmente parte di una propaganda pro-armi della televisione all'interno del cartone animato stesso. Questo lo può ben capire chi sa quello che veramente appare sul display della cassa.
    2) Ulteriore dimostrazione che tutto può diventare un messaggio subliminale o un complotto, se uno vuole trovare messaggi subliminali e complotti.
    3) Vedi punto 1
    4) Che sorpresa, un simbolo massonico nella sede dell'Ordine dei Tagliapietre, che è chiaramente una specie di setta/loggia massonica. Non mi sembra proprio che questi simboli siano nascosti (es. http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/0/0a/Tagliapietre.png).
    5) Perché ho perso tempo a rispondere?

  • Pingback: Mascotte delle olimpiadi - Inforge.net

  • Francesco scrive:

    Comunque il fatto delle torri è una coincidenza perchè il fattaccio è successo nel 2001 ma la puntata era solo del 1997…

    • salvatore scrive:

      certo il riferimento alla data 11-9 e l’assenza delle torri sono “coincidenze” davvero agghiaccianti.

  • Angelo scrive:

    neaauno nota che le nuvole dietro una torre creano quasi l effetto dello scontro dell aereo?

  • jiji scrive:

    Secondo me la caduta delle Torri Gemelli e solo un complotto

  • Pensare che la via dell'esoterismo è quella dei messaggi subliminali, non è da seri indagatori dell'esoterismo. Ve lo dimostro con un caso di cartone animato molto popolare del momento.

    Un curioso “Graal della Spugna” americano, dobbiamo crederlo?

    Che il mondo dei cartoni animati sia un magnifico filone sfruttato dalla massoneria o da ordini similari, non fa meraviglia, perché è quanto di meglio per diffondere le loro filosofie misteriche per disporle in chiave essoterica e così esercitare il potere sulle masse.

    Ed è risaputo che non c'è favola del passato che non abbia avuto radici esoteriche e non farebbe meraviglia che per un cartone animato che spopola del momento – mettiamo –, SpongeBob SquarePants, immaginare – almeno questo – che i loro autori non vi abbiano fatto qualche pensierino. Ciò non toglie che per le strane “coincidenze significative” (vedi la “sincronicità” di Carl Jung) non vi trovi appoggio l'esoterismo, di qui ecco che compare un simbolico essere tale da lasciare di stucco qualsiasi studioso di simili fenomeni. Le cose di questa star dei fumetti valicano il senso della curiosità al punto da indurre molti suoi fans persino a domandarsi sulla religione da lui professata.

    Come appena accennato l'unica via per rispondere a questa domanda è trovare dei nessi esoterici, sulla via del simbolo e dei segni, cui si potrebbe rimandare il nostro SpongeBob SquarePants di matrice americana. Perciò tento questa scalata partendo dalle peculiarità che sembra mostrare di sé e vediamo come.

     

    SpongeBob è una spugna la cui forma è dettata dal pantalone a sua volta di forma quadrata. Questo è il punto di partenza n.1;

    n.2, è un bravo ragazzo;

    n.3, la sua casa è a forma di ananas;

    n.4, e questo conta molto in esoterismo, SpongeBob non si separa mai dall'amico Patrick Stella che è una stella marina;

    n.5, è significativa, sempre per ragioni esoteriche, la presenza del Re Nettuno al quale viene rubata la corona;

    n.6, SpongBob e Patrick Stella si propongono di trovarla a costo di gravi pericoli;

    n.7, dulcis in fundo, il mondo in cui si svolge la vita di questo cartone & c. è il mare, giusto l'elemento caro agli esoteristi, il mondo astrale che gli ermetisti chiamano “mare”, ma è simbolicamente anche una pietra e con diversi altri nomi.

     

    Detto tutto questo, ora si va ai riscontri per trovarvi i nessi esoterici-religiosi e li troviamo nel cristianesimo.

    La spugna è il primo simbolo che è parte integrante dello scenario della crocifissione di Gesù sul calvario. Riporto di seguito il trafiletto interessato tratto dal Vangelo di Giovanni 19,25-27:

    « Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittura: “Ho sete”. Vi era lì un vaso pieno d'aceto; posero perciò una spugna imbevuta di aceto in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. E dopo aver ricevuto l'aceto, Gesù disse: “Tutto è compiuto!”. E, chinato il capo, spirò. ».

    Dunque occorre dire che l'aceto offerto dai soldati romani, probabilmente era una bevanda in uso nell'antica Roma che, per via della sua economicità, era diffusa presso il popolo ed i legionari.

    Quando a Gesù, agonizzante sulla croce, venne offerto aceto dai soldati romani, probabilmente si trattava di questa bevanda che si chiamava posca [http://it.wikipedia.org/wiki/Posca].

    Di conseguenza il gesto dell'offerta a Gesù di questa bevanda indurrebbe a ritenere che essi abbiano compiuto un atto misericordioso e non un accanimento nei suoi confronti.

    Ecco il primo chiaro riferimento a SpongeBob in quanto ha il corpo fatto di spugna, appunto. Non solo, ma l'altro fatto, ossia che la spugna sia imbevuta della bevanda dissetante ed economica, ci riporta all'ultima cena di Gesù con gli apostoli allorché Gesù istituì il rito centrale della Santa Messa. La spugna in questa ottica diventa una sorta di calice, ovvero un sacro Graal!

    In quanto alla Chiesa istituita da Gesù, simboleggiata per mezzo di una pietra, e ben evidente ancora il riferimento alla conformazione corporea e dei pantaloni di SpongeBob simile ad un parallelepipedo in evidente accostamento alla “pietra scartata dai costruttori”, altro simbolo di Gesù Cristo. Ma la “pietra” è anche simbolo della Chiesa di Cristo.

    E poi occorre rilevare che il gesto della spugna imbevuta di aceto ha coinciso con l'ultimo momento in vita di Gesù, perché subito dopo esalò l'ultimo respiro e morì. Quasi a preconizzare un occulto passaggio di “consegne” per rimandare appunto a SpongeBob un successivo intervento nel mondo che sarà dopo alla sua fine (si badi però, che SongeBob è solo un simbolo, anche se è paradossale concepire una simile concezione).

    Poi va analizzato un altro versetto evangelico che precede quello già citato e che è questo (Giov. 19, 23-24):

    « I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascun soldato, e la tunica. Ora quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d'un pezzo da cima a fondo. Perciò dissero tra loro: Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca. »

    Ora è interessante rilevare un simbolo assai significativo. Le vesti di Cristo che i soldati romani divisero per quattro, possono benissimo rappresentare i pantaloni quadrati di SpongeBob e la tunica all'indumento destinato al Re Nettuno simile ad un Dio che non avrà più bisogno della corona potendo ottenere l'aureola come quella dei santi e di Gesù stesso. Naturalmente gli esegeti della Chiesa di Gesù non se ne abbiano se ho spinto sino a tal punto il significato sul mistero delle vesti di Gesù spartite fra i soldati romani. Ma si tratta di un adattamento di animazione di cartoni che hanno la funzione di servire da metafora con possibili ipotesi di eventuali progetti salvifici divini. Giusto perché è stato promessa la vita eterna ai buoni e retti da Gesù Cristo, su un'altra terra in cui non ci sarà il “mare”. Nell'Apocalisse di Giovanni, Ap.21,1 viene detto:

    « Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più. ».

    È possibile interpretare il termine “mare” come riferimento al mondo astrale in stretta relazione col corpo astrale facente parte della costituzione occulta dell'uomo. È più che comprensibile che i “risorti”, meritevoli della vita eterna, ossia coloro che hanno condotta una vita perfetta, non abbiano più bisogno del corpo astrale oltre al resto inferiore che servono per la rigenerazione vitale.

    Resta un ultimo segno e simbolo relativo a SpongeBob, quello che riguarda la sua casa a forma di ananas. Questo frutto esotico, ci ricorda la pigna degli abeti, con dentro i pinoli e il passo è breve per trovarne tanti corrispondenti simboli, che prevalentemente sono di origine pagana, ossia del tempo prima dell'avvento della religione di Gesù.

    La pigna è un simbolo che ripercorre molto spesso l'architettura romana e che è rimasto infiltrato anche nel simbolismo cristiano. Il significato più chiaro che possiamo trovare è quello che la associa allo “0”, quindi all'uovo cosmico, alla nascita, al principio. Così come l'uovo è anche simbolo dell'anima, è facile trovare la pigna nei vecchi cimiteri, o sui cancelli di ingresso delle ville patrizie. Non meraviglia perciò scoprire una bella pigna in marmo proprio in un cortile del Vaticano che va sotto il suo nome. Ecco giusto un significavo legame con la casa di SpongeBob destinato alla missione che sappiamo.

    E veniamo al simbolo riservato a Patrick Stella, l'amico inseparabile di SpongeBob. Egli è una stella marina di cui il numero cinque può benissimo legarsi ai cinque pezzi di stoffa delle vesti di Gesù. Inoltre sappiamo della stella che servì ai tre re magi per arrivare a Betlemme per adorare il Bambino Gesù, come dire dov'è Patrick Stella là si trova SpongeBob.

    Resta la sorpresa di vedere, il nostro SpongeBob & C. sulla “nuova terra” preconizzata nell'Apocalisse. Di qui « la nuova avventura per la spugna di mare più celebre al mondo! Ecco il primo teaser poster italiano di Spongebob – Fuori dall’acqua, il film in 3D che uscirà a Natale 2014 e pronto a divertire il pubblico di tutto il mondo con le avventure di SpongeBob, Gary, Squiddy e Patrick ».

    Si tratta di una frase che ricorre sul web in questi giorni.

    E per concludere in favore di SpongeBob SquarePants vale il significato comune del gesto di “gettare la spugna” che è come dichiararsi vinto, ma la stessa cosa si può dire della “Pietra scartata dai costruttori”. E allora, noi che ormai sappiamo quanto sia prezioso SpongeBob, simile ad una singolare “pietra”, vogliamo fare come i “cattivi costruttori” al tempo di Gesù?

    Resta da dimostrare la fondatezza della concezione graalica della spugna imbevuta di aceto offerta al Gesù morente sulla croce. Nulla di tanto difficile perché è un'ipotesi sostenuta nel libro “Il Graal. Re Artù, i Cavalieri del Parsifal”. Edizione 1996 DEMETRA Srl. Riporto questo trafiletto che ne parla:

    Per Antonello da Piacenza la preziosa reliquia sarebbe consistita in una coppa di onice; per Arculfo in un calice d'argento a due manici, contenente la spugna con cui venne dato da bere l'aceto a Gesù sulla croce. Beda il venerabile (675-735) ribadisce l'informazione registrata da Adamanno, compreso il fatto che il recipiente avrebbe avuto la capità di un 'sestario gallico'. Secondo alcuni studiosi si potrebbe individuare in questi dettagli l'origine della valenza eucaristica nella successiva simbologia del Graal, perché la forma e la capienza del vaso «lo rendevano molto simile ai 'grandi calici ministeriali' di cui si serviva nei primi secoli del Cristianesimo per distribuire l'Eucarestia alla moltitudine dei fedeli » (L. Charbonneau-Lassay). Ma, all'arrivo dei Crociati, questo vaso non si trovava più a Gerusalemme e forse qualcuno riteneva che potesse essere confluito nel patrimonio straordinario di reliquie conservate a Bisanzio (vedi pp. 46-47).

    Prima di concludere, è saggio fare una considerazione sulla valenza religiosa della spugna imbevuta di aceto offerta a Gesù morente. Sta di fatto che la Chiesa di Roma non dà alcun peso a questo fatto, quasi a supporre che non fu un gesto di misericordia dei soldati romani verso il Signore. E se così, veramente, fosse, il cartone SpongeBob SquarePants diventa una mistificazione esoterica…

    In quanto alla fondatezza delle mie “immaginazioni” sul conto di SpongeBob SquarePants, può essere che gli autori di questo cartone, in realtà, non abbiano mai pensato ad una messa in scena esoterica in merito, tuttavia, per le misteriose e imperscrutabili vie del mistero, vi si è disposto l'azione di forze combinate di un mondo parallelo (di natura astrale) che ha agito con le delicate leve di una sorta di “entanglement quantistico” (o correlazione quantistica). Si tratta di un fenomeno quantistico, privo di analogo classico, in cui ogni stato quantico di un insieme di due o più sistemi fisici dipende dallo stato di ciascun sistema, anche se essi sono spazialmente separati. Viene a volte reso in italiano con il termine “non-separabilità”.

    Esso implica la presenza di correlazioni a distanza tra le quantità fisiche osservabili dei sistemi coinvolti, determinando il carattere non locale della teoria.

    Il termine “entanglement” (letteralmente in inglese groviglio, intreccio) fu introdotto nel 1935 da Erwin Schrödinger, in una recensione del famoso articolo sul paradosso EPR. [http://it.wikipedia.org/wiki/Entanglement_quantistico]

    Essotericamente l'entaglement ha la sua base culturale nella psicologia e nella fisica quantistica, e esotericamente risiede tutto in un fare occulto su cui si fondano le basi delle scienze ermetiche-alchemiche.

    Gaetano Barbella

    http://www.webalice.it/gbarbella/

     

  • rebecca scrive:

    diciamo solo che mi sta venedo il nervoso. perchè i simpson non me li tocca nessuno e perchè se ci sono stati messaggi subliminali sicuramente non sono stati fatti apposta e ci sono altri cartoni amimati che invece ne hanno molti di più e anche più gravi e invece nessuno considera. c'è oramai sembriamo tutti perfetti! sapete quante cose fate invece involontariamente?! c'è certo che fa effetto vedere certe cose che magari prima nemmeno vevi notato però non bisogna subito pensare male! nemmeno leggero il commento prima del mio perche è troppo lungo e solo dopo aver letto i 7 punti mi sono rifutata di andare avanti!! vergogna 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CURIOSITA’